Come ricicla la propria carta Quo Vadis ?

News

Ogni anno escono dalla fabbrica di Quo Vadis oltre 150 modelli di agende in migliaia di varianti. Quindi, per evitare lo spreco della carta, vengono messe in atto molte azioni. Te le presentiamo con piacere.

1° step : limitare la carta alla fonte

Una delle principali cause di perdita di carta durante la creazione delle agende è la varietà di formati stampati. Ad esempio su piccole tirature di produzione, in passato si sarebbe potuto generare fino al 30% di perdite di carta. Ma oggi, i formati degli interni delle agende sono ottimizzati per limitare queste perdite. Per questo, quando eseguiamo test sulle macchine, prima di iniziare una produzione, utilizziamo carta già stampata. In questo modo, meno sprechi alla fonte!

La carta: materia  prima da Quo Vadis

La carta, la principale materia prima dei prodotti Quo Vadis, proviene da una risorsa rinnovabile e facilmente riciclabile. Tutte le carte utilizzate dall’azienda sono realizzate con tecniche di sbiancamento con carta a basso contenuto di cloro. La carta utilizzata è principalmente la carta Clairefontaine, prodotta in Francia, nei Vosgi. Contiamo più di 800 tonnellate di carta riciclata o rivalorizzata ogni anno!

Riciclo in pratica in azienda

Contenitori disponibili vicino ai posti di lavoro per garantire un corretto riciclo.

Ogni dipendente è a conoscenza del processo di riciclo. In fabbrica, appositi contenitori vengono installati accanto alle postazioni di lavoro.

Parallelamente alla carta, i rifiuti riciclabili vengono recuperati dopo una raccolta specifica per questi prodotti (cartone, materiale in PVC, legno, bottiglie d’acqua, film plastici, ecc.). Più di 200 tonnellate di rifiuti non di carta vengono riciclati ogni anno e trovano una seconda vita!

Altri rifiuti, ad esempio i rifiuti liquidi derivanti dalla stampa, vengono raccolti e recuperati da un’azienda approvata che li rivalorizza. Anche i rifiuti informatici vengono recuperati. Per i rifiuti pericolosi (aerosol, batterie, lattine sporche), vengono trattati tramite una filiera dedicata.

In sintesi, lo sviluppo sostenibile di Quo Vadis è tra l’altro …

Cifre chiave :

100% delle carte utilizzate per produrre i prodotti Quo Vadis sono certificati PEFC o FSC

90% delle materie prime vengono rivalorizzate

391 tonnellate di Co2 risparmiate all’anno, è l’impatto dell’azione realizzata in partnership con ADEME. Quo Vadis ha fatto parte delle aziende testimoni, con lo scopo di dimostrare che la riduzione dei rifiuti e una migliore gestione delle fonti energetiche sono fattori chiave per la competitività delle aziende

800 tonnellate di carta vengono riciclate ogni anno

Per saperne di più sull’impegno di Quo Vadis per l’ambiente consultate l’apposita sezione Ambiente – Quo Vadis.

 

Comments
    Write a comment

    This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply : Privacy Policy & Terms of Service.